Pazzini! Stampa E-mail
Lunedì 01 Novembre 2010 15:22

Domenica 31 ottobre, 9^ giornata: Cesena-Sampdoria 0-1 (0-0)

Cesena (4-3-3):
Antonioli; Ceccarelli, Pellegrino, Benalouane, Nagatomo; Appiah, Colucci, Parolo; Giaccherini, Bogdani, Jimenez (39' st Schelotto); A disposizione: Cavalieri, Lauro, Tachtsidis, Piangerelli, Paonessa, Malonga; All.: Massimo Ficcadenti.

Sampdoria (4-4-2): Curci; Zauri, Gastaldello, Lucchini, Accardi (28' st Ziegler); Koman, Palombo, Tissone, Guberti (20' st Mannini); Pazzini, Pozzi (29' st Marilungo); A disposizione: Da Costa, Volta, Dessena, Poli; All.: Domenico Di Carlo.

Arbitro: Celi di Campobasso.
Rete: 47' st Pazzini.

Note: Pomeriggio nuvoloso, terreno in buone condizioni; Recupero: 2'- 3'+1';  Angoli: 12-5 per il Cesena; Ammoniti: Benalouane, Colucci e Tissone; Spettatori: 16mila circa.


La nona giornata di campionato vede affrontarsi sul terreno del Manuzzi di Cesena due squadre desiderose di conquistaree l'intera posta in palio: i padroni di casa che dopo una bella partenza nelle ultime cinque partite ha conquistato un solo punto, sul fronte opposto la squadra blucerhiata chiamata a dimostrare che i recenti fatti extra calcistici non hanno lasciato traccia nello spogliatoio.

Per questa partita il tecnico romagnolo conferma il modulo 4-3-3, sostituisce lo squalificato Von Bergen con Benalouane, può contare sul rientro di Pellegrino e conferma il trio di attacco composto da Jimenez, Giaccherini e Bogdani; nei blucerchiati rientra Lucchini mentre Ziegler lascia il posto ad Accardi (tutelato con una maschera protettiva ndr) per  poter rifiatare in attacco Pozzi sostituisce Cassano.


Il Cesena parte a spron battuto ma le folate offensive dei romagnoli cozzano con l'ottima retroguardia blucerchiata. Col passare del tempo la Sampdoria conquista terreno ed inizia ad impensierire seriamente la porta difesa dall'indimenticato ex Antonioli. Al 20' i padroni di casa chiedono all'arbitro la concessione del rigore per l'atterramento in area di Giaccherini da parte di Accardi ma l'arbitro non ha dubbi al riguardo e lascia proseguire il gioco. Le diverse conclusioni delle due squadre non trovano la via della rete e così la prima frazione della gara termina a reti inviolate.

Nessuna novità nella ripresa, il Cesena ha con Jimenez, lanciato solo verso la porta difesa da Curci, una buona opportunità ma Zauri è bravo ad intervenire. Col passare del tempo il ritmo della gara perde il brio iniziale, lentamente la Sampdoria continua a macinare il proprio gioco e a portare alcune significative occasioni da rete: al 21' Palombo con una bella punizione, al 33' Marilungo serve Pazzini il cui tiro di esterno destro viene deviato in angolo. Quando ormai la partita sembra essere conclusa ecco che Koman ruba palla a centrocampo e lancia il contropiede servendo sulla fascia Marilungo che si insinua sulla destra e mette al centro dove Pazzini di piatto spedisce il pallone alle spalle di Antonioli realizzando la sua prima rete in questo campionato.

Una vittoria che francamente sta larga alla Sampdoria che, peraltro, ha avuto il merito di crederci fino al triplice fischio del signor Celi.
 

 
Il punto infermeria

Accardi: influenza;
Semioli: distorsione tibio tarsica caviglia dx;
 

classifica serie A

 

SQUADRE PTI V N P
AC Milan 61 28 18 7
Inter 56 28 17 5
Napoli 53 28 16 5
Lazio 51 28 15 6
Udinese 50 28 15 5
AS Roma 46 28 13 7
Juventus 41 28 11 8
Palermo 40 28 12 4
Cagliari 39 28 11 6
Fiorentina 37 28 9 10
Bologna 36 28 10 9
Genoa 35 28 9 8
Chievo 32 28 7 11
Sampdoria 31 28 7 10
Parma 29 28 6 11
Catania 29 28 7 8
Cesena 28 28 7 7
Lecce 28 28 7 7
Brescia 25 28 6 7
Bari 16 28 3 7

Agenda del mese

6/1 Palermo-Sampdoria
9/1 Sampdoria-Roma (h 12,30 CET)
15/1 Lazio-Sampdoria
19/1 Sampdoria-Udinese (C.I. h 17,30 CET)
23/1 Sampdoria-Juventus
26/1 Derby
30/1 Napoli-Sampdoria